Istruzioni su come testare una batteria auto

Questo articolo è strutturato nel seguente modo:

    Secondo una recente statistica stilata dal club automobilistico tedesco ADAC nel 2017 circa il 40% di tutte i guasti all’auto è stato causato da problemi alla batteria.

    Il motivo è da ricercarsi nell’incremento dell’elettrificazione dei veicoli. Le batterie devono oggi farsi carico di un lavoro sempre più gravoso. Il sistema start-stop e 150 utilizzatori elettrici necessitano di energia elettrica.

    È quindi consigliabile effettuare periodicamente un test della batteria nella propria officina per individuare problemi che potrebbero causare guasti e conseguentemente il fermo del veicolo.

     

    Effettuazione corretta del test della batteria in officina

     Alcune regole base

    Test di una batteria tradizionale ad acido libero

    Per la misurazione di una batteria tradizionale si può usare un tester che determina esclusivamente lo stato di carica della batteria. Con un multimetro si misurerà nel migliore dei casi una tensione a riposo di circa 12,8 V. Se la tensione scende sotto 12,3 Volt sarà necessario ricaricare la batteria il più presto possibile. Uno stato di carica costantemente basso danneggia la batteria e provoca solfatazione.

    Le tradizionali batterie di avviamento devono sopportare l’assorbimento prodotto nella fase di avvio. Dopo essere stata caricata dall’alternatore non subisce ulteriore scariche, perciò il fattore critico in questi casi è la corrente di spunto. In seguito a invecchiamento e usura, la batteria gradualmente riduce la capacità di fornire energia elettrica. Minore è lo stato di carica (determinabile tramite la misurazione della tensione a circuito aperto), minore sarà la possibile cessione di energia elettrica durante la fase di avvio.

     

    Test della batteria start-stop

     Quando si testa una batteria non bisogna solo fare attenzione allo stato di carica, denominato anche „SOC“ („State of Charge“), ma anche allo stato di salute („SOH“ = „State of Health“) della batteria.

    Mentre l’SOC è facilmente determinabile tramite misurazione della tensione, per la determinazione dell’SOH è necessario un complesso metodo di prova che rende possibile una corretta valutazione dello stato della batteria. La determinazione dell’SOH tiene conto, tra l’altro, della corrente di spunto (CCA), della restante capacità (Ah) e della capacità di carica (CA).

    Al pari dei progressi fatti in ambito automotive, anche le batterie hanno fatto passi in avanti con le nuove tecnologie AGM e EFB. Per ottenere risultati del test validi, in particolare per quanto riguarda l’SOH, è importante utilizzare moderni tester idonei ai nuovi sistemi di batterie.

    Come si testa una batteria – il procedimento spiegato passo per passo

    (si prega di attenersi alle indicazioni del produttore dell’apparecchio)

     

    • Collegare il tester ai poli della batteria per determinare lo stato di carica e la resistenza interna. Attenersi a quanto segue: collegare il cavo rosso al polo positivo, quello nero al polo negativo. Non è necessario attenersi a un ordine per quanto riguarda la connessione e la disconnessione.
      Quando si collega il tester a una batteria alloggiata nel portabagagli o nell’abitacolo del veicolo utilizzare i poli della batteria ivi situati e non i punti di contatto posti nel vano motore in quanto la resistenza del cavo posato nel veicolo pregiudicherebbe il risultato.
    • Regolare il tester sul tipo di batteria corretto: batterie di avviamento, batterie al gel, batterie EFB o AGM. Per ogni tipo di batteria l’apparecchio utilizza un diverso algoritmo. Un’impostazione errata produrrebbe valori di misurazione errati. È importante, inoltre, distinguere tra un test effettuato su una batteria posta all’interno del veicolo o al di fuori di esso.
    • Digitare sull’apparecchio il valore di corrente di spunto indicato per la batteria e il metodo di prova utilizzato per esso. I comuni standard sono DIN, EN, IEC, JIS e SAE. L’indicazione dello standard è posta dopo l’indicazione della corrente di spunto sull’etichetta della batteria.
    • Il tester effettuerà automaticamente la misurazione e indicherà il risultato.

     

    Come si interpretano correttamente i risultati del test? Ve lo spieghiamo qui!

     

    Attenzione …

    Per poter ottenere risultati corretti della misurazione di conduzione si consiglia di accendere prima della misurazione un utilizzatore come ad esempio i fari. In tal modo si riduce un’eventuale tensione superficiale.